domenica, gennaio 27, 2008

VERSIONE RIVISITATA DEL MASTELLONE

QUESTA VERSIONE E' LA PIU BELLA

MA SIAMO SICURI?


DEVO DIRE CHE HO ANCORA QUALCHE DUBBIO SUL VERO AUTORE DELLA POESIA ODE ALLA VITA,SENTENDO IL DISCORSO DI MASTELLONE E LEGGENDOLA NON MI E' SEMBRATA DIVERSA.

giovedì, gennaio 24, 2008

A MASTE'E QUESTA LA CONOSCI?

Che aspettiamo, raccolti nella piazza?

Oggi arrivano i barbari.

Perché mai tanta inerzia no Senato?
E perché i senatori siedono e non fan leggi?

Oggi arrivano i barbari.
Che leggi devon fare i senatori?
Quando verranno le faranno i barbari.

Perché l’imperatore s’è levato
così per tempo e sta, solenne, in trono,
alla porta maggiore, incoronato?

Oggi arrivano i barbari
L’imperatore aspetta di ricevere
il loro capo. E anzi ha già disposto
l’offerta d’una pergamena. E là
gli ha scritto molti titoli ed epiteti.

Perché i nostri due consoli e i pretori
sono usciti stamani in toga rossa?
Perché i bracciali con tante ametiste,
gli anelli con gli splendidi smeraldi luccicanti?
Perché brandire le preziose mazze
coi bei caselli tutti d’oro e argento?

Oggi arrivano i barbari,
e questa roba fa impressione ai barbari.

Perché i valenti oratori non vengono
a snocciolare i loro discorsi, come sempre?

Oggi arrivano i barbari:
sdegnano la retorica e le arringhe.

Perché d’un tratto questo smarrimento
ansioso? (I volti come si son fatti serii)
Perché rapidamente le strade e piazze
si svuotano, e ritornano tutti a casa perplessi?

S’è fatta notte, e i barbari non sono più venuti.
Taluni sono giunti dai confini,
han detto che di barbari non ce ne sono più.

E adesso, senza barbari, cosa sarà di noi?
Era una soluzione, quella gente.

PABLO MASTELLA NERUDA!

ODE ALLA VITA Pablo Neruda

CHI MUORE
(Ode alla Vita)

Lentamente muore chi diventa schiavo dell'abitudine, ripetendo ogni
giorno gli stessi percorsi, chi non cambia la marca, chi non rischia
e cambia colore dei vestiti, chi non parla a chi non conosce.

Lentamente muore chi fa della televisione il suo guru.

Muore lentamente chi evita una passione, chi preferisce il nero su
bianco e i puntini sulle "i" piuttosto che un insieme di emozioni,
proprio quelle che fanno brillare gli occhi, quelle che fanno di uno
sbadiglio un sorriso, quelle che fanno battere il cuore davanti
all'errore e ai sentimenti.

Lentamente muore chi non capovolge il tavolo, chi è infelice sul
lavoro, chi non rischia la certezza per l'incertezza, per inseguire
un sogno, chi non si permette almeno una volta nella vita di fuggire
ai consigli sensati.

Lentamente muore chi non viaggia, chi non legge, chi non ascolta
musica, chi non trova grazia in se stesso.

Muore lentamente chi distrugge l'amor proprio, chi non si lascia
aiutare.

Muore lentamente chi passa i giorni a lamentarsi della propria
sfortuna o della pioggia incessante.

Lentamente muore chi abbandona un progetto prima di iniziarlo, chi
non fa domande sugli argomenti che non conosce, chi non risponde
quando gli chiedono qualcosa che conosce.

Evitiamo la morte a piccole dosi, ricordando sempre che essere vivo
richiede uno sforzo di gran lunga maggiore del semplice fatto di
respirare.

Soltanto l'ardente pazienza porterà al raggiungimento di una
splendida felicità.

Pablo Neruda


E COSI CI SI PULISCE LA COSCIENZA!! E CHE SUCCEDERA' ORA? TUTTI A CITARE POESIE PER SPOSTARE L'ATTENZIONE

lunedì, gennaio 14, 2008

IO VORREI, MA NON POSSO


IO VORREI ESPATRIARE,MA NON POSSO,IO VORREI VIVERE MEGLIO,MA NON POSSO;
IO VORREI FARE QUALCHE VIAGGIO OGNI TANTO,MA NON POSSO;IO VORREI ESSERE
SERENA, MA NON POSSO.
NON POSSO ESPATRIARE PERCHE AMO LA MIA TERRA E POI DOVE LI METTO IL CANE ED IL GATTO? NON POSSO VIVERE MEGLIO PERCHE' LAVORO TANTO MA HO UNO STIPENDIO DA FAME,NON POSSO FARE UN VIAGGETTO OGNI TANTO (VEDI SOPRA) E DI CONSEGUENZA COME FACCIO A VIVERE SERENA?!!!!